Giugno 2014

THE KRUG LOVERS LETTER

Secondo le credenze popolari del Medioevo, sono chiamati i “santi del ghiaccio” quelli celebrati l’11, 12 e 13 maggio: Saint Mamert, Saint Pancrace et Saint Servais.

 

Questi santi sono invocati dagli agricoltori della Champagne per scongiurare gli effetti disastrosi sulle colture dovuti a un eventuale brusco calo della temperatura, che nei primi di maggio potrebbe portare gelate tardive e soprattutto la temuta grandine. Olivier Krug ce lo ricorda con il tradizionale detto champenoise.

La creatività di uno chef raggiunge la sublimazione nel piatto iconico, quello che definisce il paradigma del suo stile nell’abbinare gli ingredienti per ottenere sensazioni gustative uniche. La magia avviene quando al piatto si affianca un vino dalla personalità eclettica come lo Champagne Krug Grande Cuvée, che racchiude in se l’anima della Maison, il grande savoir-faire che vede in armonia molteplici vitigni e annate in un unico vino. Celebriamo il talento dei nuovi ambasciatori dello Champagne Krug andando a scoprire qualcosa di più della loro filosofia del gusto. Pronti a farvi venire l’acquolina con le proposte gourmand di Giampaolo Stefanetti e Achille Boroli?

Iniziamo da Giampaolo Stefanetti, patron del M1.lle Storie e Sapori di Bergamo, un locale dove il gourmand trova rifugio praticamente a ogni ora del giorno. Ristorante, enoteca, bistrot, gastronomia, tapas bar: la sua formula è l’emblema del grande amore di Giampaolo per l’eccellenza della tavola e del bere. Il locale di Giampaolo Stefanetti si potrebbe definire un concept store, poiché la chiave interpretativa è la possibilità di accedere al meglio del panorama del gusto non solo a pranzo e cena, ma anche per un aperitivo speciale o per un dopocena ricercato. La cantina è indubbiamente un punto di forza in questo paradiso del sapore nel cuore di Bergamo: etichette di grande pregio e una varietà capace di soddisfare anche gli enofili più esigenti. Ma soprattutto tantissimo Champagne Krug, per un calice di Grande Cuvée fuori orario o per una cena speciale.  Tra le proposte del pranzo il M1.lle Club, un club sandwich irresistibile, mentre a cena potrete indugiare sulla Catalana di astice, che nonostante il nome è una ricetta sarda della tradizione gastronomica di Alghero, fresca, aromatica e mediterranea. 

Dalla patria dei Mille al cuore delle Langhe, dove ad Alba l’Ambassadeur Krug è il proprietario della Locanda Il Pilone Achille Boroli. La famiglia Boroli da 150 anni promuove l’eccellenza nelle Langhe, dapprima col vino e oggi anche con la cucina. È per questo che ha chiamato il suo menu degustazione “Da sud a nord”, un percorso in cui la cucina piemontese si arricchisce di spunti napoletani. Dalla tradizionale “Carne cruda di Fassone piemontese battuta al coltello, robiola e nocciola Tonda Gentile” al piatto emblema del connubio tra nord e sud, gli “Agnolotti del "plin" alla partenopea con burro d'Alta Langa e Parmigiano stagionato 36 mesi”, qui alla Locanda Il Pilone tutto racconta il piacere del gusto e la purezza degli ingredienti. Per rendere ancor più straordinaria l’esperienza sensoriale, non resta che scegliere in abbinamento al menu uno Champagne dal fascino poliedrico come Krug Grande Cuvée: un’esperienza gastronomica che come un abito haute couture viene concepita in modo sartoriale sulle esigenze personali del cliente, per regalargli emozioni indimenticabili. La fusione di più anime del sapore, la contaminazione tra atmosfera delle Langhe e calore partenopeo, la grande attenzione nell’accoglienza, fanno della Locanda del Pilone “un buen retiro” incantevole, e a sottolinearlo c’è anche la prestigiosa Stella Michelin.

E ora è il vostro turno: quale delle vostre ricette preferite abbinereste a Krug Grande Cuvée?

La Maison Krug celebra a Londra la creazione annuale di Krug Grande Cuvée con un evento che rievoca l’autentica straordinarietà dell’assemblaggio d’eccellenza di uno Champagne destinato al puro piacere. Un’emozione unica data dall’abilità di Eric Lebel, Chef de Cave della Maison Krug, nell’unire le singole voci dei vigneti per dar vita ad un meraviglioso ensemble, proprio come un talentuoso direttore d’orchestra. Proprio per questo la Maison ha creato una esperienza unica che unisce musica e Champagne, affiancando a Eric Lebel il Direttore dell'Orchestra principale della Philarmonia, Esa-Pekka Salonen.

Ogni anno a Reims, si ripete la magia della creazione dello Champagne Krug Grande Cuvée in cui si fondono più di 120 vini provenienti da più di 10 annate diverse: un processo di precisione, creatività e dedizione, l'apice dell'arte autentica dell’assemblage. Come molti vini danno vita a un’armonia sinfonica in Krug Grande Cuvée, così oltre un centinaio di musicisti generano le sonorità sublimi della Philarmonia, una delle più grandi orchestre del mondo, guidata dal maestro e direttore d'orchestra Esa-Pekka Salonen. 

Krug realizza a Londra un'esperienza sensoriale unica, che svela i segreti della grande artigianalità celata in Krug Grande Cuvée: un evento unico in cui gli ospiti scoprono la creatività in ogni arte, dallo Champagne alla musica alla danza, fino al cibo. 

 

Il filosofo Aristotele diceva “È nella natura del desiderio di non poter essere soddisfatto, e la maggior parte degli uomini vive solo per soddisfarlo.” Eppure a volte si creano delle opportunità rare in cui i nostri desideri arrivano a portata di mano, come l’esclusiva Selection My Private Cellar. Una selezione unica e irripetibile dei Krug Vintage che hanno segnato la storia della Maison Krug degli ultimi 30 anni: bottiglie uniche e introvabili, a disposizione dei Krug Lovers per essere collezionate e custodite gelosamente nella propria cantina, così da poterle condividere nei momenti speciali insieme alle persone che più si amano.

La Maison rende omaggio al suo fondatore Joseph Krug seguendo la sua visione che si concretizza nella totale dedizione alla realizzazione di Cuvée di autentica eccellenza, Champagne esclusivi dedicati a chi riesce ad apprezzarne la complessità e l’artigianalità. Dal 1848 Joseph Krug iniziò a trascrivere la sua filosofia dello Champagne sul suo taccuino color ciliegia, per indicare alla Maison la strada da perseguire: artigianalità senza compromessi e una cura quasi maniacale nel ricercare la perfezione in ogni singolo momento, dalla raccolta delle uve alla conservazione in cantina. Accanto a questi principi, la profonda consapevolezza che non dovesse esserci nessuna gerarchia tra le Cuvée Krug, dalla Grande Cuvée - apoteosi dell’assemblage champenoise – ai Vintage – sublimazione delle migliori annate.

Per questo ci fregiamo dell’onore di proporre una selezione esclusiva, con Krug Grande Cuvée e il meglio della produzione Vintage della Maison, che ancora oggi nasce sulle orme lasciate dal suo fondatore, per scoprire e conoscere le diverse sfumature che compongono l'inimitabile spirito di Krug.

www.moethennessy-selection.it/offers/go/myprivatecollection