Dicembre 2014

THE KRUG LOVERS LETTER

Il Natale arriva prima e lo fa in grande stile! Alla Maison Krug è tempo di allestire le luminarie natalizie e di dar vita con sfavillanti luccichii dorati alla gioiosa e scintillante atmosfera delle feste. L’augurio Krug per il Natale arriva con due messaggeri speciali, che annunciano i preparativi alle celebrazioni festive nell’attesa di dare un sontuoso benvenuto al nuovo anno. Per l’occasione Krug veste a festa il suo Champagne iconico, Krug Grande Cuvée, e lo rende ancora più prezioso con due confezioni esclusive che diventeranno un must tra le idee regalo per ogni vero Krug Lover.

Alla Maison Krug è nato “Sharing Set”, una raffinata confezione regalo - ornata da stampe di serigrafie dell’illustratore francese Alice d'Orglandes - dedicata all'esperienza di degustazione perfetta di Krug Grande Cuvée. Ad accompagnare questo Champagne distintivo - la cui idea aveva dato origine nel 1843 al sogno visionario del fondatore Joseph Krug - troviamo infatti due calici di cristallo "The Joseph" di Riedel, appositamente progettati per esaltare l’esperienza del piacere e l’eleganza straordinaria degli Champagne della Maison Krug. Il design esclusivo dei calici “The Joseph” di Riedel ha richiesto numerosi studi per migliorare ogni aspetto dell'esperienza sensoriale Krug, e la caratteristica forma è stata ideata per amplificare le infinite sfumature del gusto e l’ampiezza espressiva dei profumi di Krug Grande Cuvée. Accanto allo scintillante cristallo, ad illuminare le imminenti feste c’è anche una rara edizione di Krug Grande Cuvée che unisce il savoir-faire della Maison Krug al talento artigiano nella lavorazione dell’argento di Christofle. Prende vita così un’edizione limitata stilosa e contemporanea, con una confezione scrigno realizzata in lamina d’argento, l’elemento distintivo delle creazioni firmate Christofle. Simbolo della combinazione tra lusso e arte della creazione, Krug by Christofle è un regalo unico che si ispira con un’illustrazione figurativa all’innovativo Krug ID, il numero univoco che identifica ogni bottiglia di Krug e ne racconta la storia e la genesi, proprio come un’impronta digitale. Firmare l’eccellenza è una vera ragion d’essere alla Maison Krug, specie nel realizzare Grande Cuvée, nata dall’idea di ricreare la più piena espressione dello Champagne andando oltre il concetto di vintage. Attraverso il Krug ID se ne possono scoprire tutti i segreti riguardanti la composizione, delle uve al più giovane e più vecchio vintage presenti nell’assemblaggio, fino al dègorgement, con i dettagli dell’andamento delle vendemmie secondo l’interpretazione dello Chef de Caves della Maison Eric Lebel. La finezza dello Champagne Krug Grande Cuvée è racchiusa da una custodia dorata, artisticamente goffrata a sbalzo seguendo il disegno di una impronta, che potrà essere utilizzata per creare la giusta atmosfera in occasione di una serata speciale, divenendo un portacandela che illumina con bagliore delicato per via della luce che filtra proprio dalle fessure dell’impronta. Un gioco di suggestioni splendenti e sensazioni preziose che renderanno ancora più bello il vostro Natale e tutti i momenti di festa. Per non perdere l’occasione di decorare queste feste natalizie con delle idee regalo a dir poco uniche non esitate a contattare il servizio clienti Krug Lovers all’indirizzo email kruglovers@moethennessy.it o al numero verde 800.55.96.69.  

Forse non tutti conoscono la storia della nascita del mitico Champagne della maison Krug “Clos du Mesnil” eppure il vigneto da cui provengono le uve di questo Champagne entrato nel mito, si trova nella parte bassa del villaggio Grand Cru di Mesnil-sur-Oger nella Côte des Blancs, ed è di origini davvero antiche tanto che i suoi 1,87 ettari si pensa fossero già coltivati nel 1698. Il Clos fu acquistato in blocco con altri circa 5 ettari dalla famiglia Krug nel 1971 e venne subito ripiantato, ma solo con la vendemmia del 1979, assaggiando i vins clairs nella primavera successiva, Paul Krug e i figli Henri e Rémi notarono che alcuni Chardonnay erano di qualità straordinaria. Rimasero talmente impressionati dall’espressività delle uve del Clos che Henri propose di imbottigliare quei vini da soli, e così nacque lo Champagne Krug Clos du Mesnil, la cui ultima annata prodotta è la 2003, appena presentata in anteprima a Milano il 27 ottobre.

Una prima uscita davvero originale per il celebre Champagne della Maison, che Olivier Krug ha raccontato di persona in occasione di un pranzo al Dry, celebre pizzeria milanese divenuta famosa per le combinazioni ardite con ingredienti di eccellenza, accanto alla classica pizza margherita di magistrale fattura, secondo la vera tradizione napoletana.  Proprio una creazione inusuale, la “pizza con tartufo bianco e uovo di quaglia pochè”, ha accompagnato l’anteprima dello champagne Clos du Mesnil 2003 (se siete curiosi, il Krug ID Code della bottiglia era 413064). Olivier Krug ha raccontato di come lo straordinario vigneto abbia dato uve che hanno saputo esprimere una qualità distintiva e un carattere delizioso, espressivo e bilanciato, anche se ovviamente proprio a causa della particolarità dell’annata con la gelata primaverile, la selezione in vigna è stata altissima e sono state prodotte solo 8.671 bottiglie e 659 magnum. Uno Champagne ancor più raro dunque, che si distingue per la sua elegante finezza, sublimazione di individualità, purezza e intensità di un appezzamento unico, custodito da muri di protezione, un'unica varietà d'uva e una sola annata. Indiscutibilmente un blanc de blancs eccezionale, con lo stile inconfondibile della Maison Krug.

Perché dover aspettare la fine di Dicembre per regalarsi un momento di festa e di raffinato piacere? Dopotutto come diceva il filosofo e poeta tedesco Gotthold Ephraim Lessing “l'attesa del piacere è essa stessa il piacere”, ed è meglio renderla ancora più appagante ed eccezionale con gli Champagne della Maison Krug.   Devono aver pensato a questo l’artigiano del gusto Alessandro Lanzani che il 23 di ottobre ha organizzato al suo Lanzani Bistrot, moderno tempio della gioia enogastronomica, una memorabile serata “Krug Ambassade”, e Dario Picchiotti - chef del ristorante dell’Antica Trattoria di Sacerno - che il 25 novembre ha festeggiato il quarto anniversario del ristorante con un menù a tutto Krug.

Al Lanzani Bistrot di Brescia l’eccellenza è di casa, e non solo per le oltre 900 etichette di vino che gli sono valse il premio “tre bottiglie” del Gambero Rosso, il più alto riconoscimento della critica alle enoteche con cucina. Il Lanzani Bistrot è un luogo dei sensi con una vocazione unica per le bollicine e un amore speciale per gli Champagne Krug, dove la cucina propone riletture originali di materie prime di grandissima qualità, specie nelle proposte di carne che non tradiscono la tradizione della famiglia Lanzani che qui un tempo aveva una pregiata macelleria. Il menù della serata dedicata agli Champagne Krug ha visto sfilare nei calici tre Champagne decisamente rappresentativi - Krug Grande Cuvée, Krug 2000 e Krug Rosé – e il menù che li ha accompagnati è stato assolutamente regale, con piatti deliziosamente sublimi come “La zuppa d’autunno, con crema di castagne, alghe di verza, ostriche e cacao di cannella” o il “Filetto di triglia alla plancia, ragù di funghi porcini e salsa al foie gras d’oca” e a chiudere la “Millefoglie di mele e fichi caramellati con salsa mou al sale Maldon”. Il tutto in un ambiente che Alessandro Lanzani ha saputo rendere unico ed esclusivo grazie ad una grande passione e alla cura per il dettaglio, che rende l’atmosfera del Lanzani Bistrot perfetta per celebrare il bien-vivre così vicino alla filosofia della Maison Krug. E lo stesso spirito nel gratificare i palati con l’eccellenza di una cucina ricca e autentica accompagnandola al meglio con calici preziosi e unici è quello che guida i giovani e appassionati proprietari dell’Antica Trattoria di Sacerno, la sommelier Giada Berri e lo chef Dario Picchiotti. Insieme conducono nel cuore della prima campagna bolognese, a pochissima distanza dal centro della città, un ristorante dallo stile unico, pensato per emozionare anche attraverso le proposte della cantina e l’accoglienza dell’ospite. Un paradiso per gli amanti del pesce e delle bollicine, con oltre 400 etichette che popolano la ricca cantina, tra cui gli Champagne della Maison Krug hanno un posto speciale, perché quella tra Krug e l’Antica Trattoria è “una storia d’amore reciproco” dicono i patron. L’atmosfera qui è quella di un antico casolare di campagna ristrutturato per diventare un rifugio caratteristico con un magnifico dehor estivo. Una tavola imperdibile per i crudi, perché qui il pesce è rigorosamente pescato e mai di allevamento, e proviene dai migliori mercati di Chioggia e Cesenatico, con specialità di Sardegna, Sicilia e Puglia. La cena Krug Ambassade è una piacevole consuetudine ormai, e il 25 novembre c’è stata la quarta edizione con l’occasione del festeggiamento del compleanno del ristorante. Un evento coronato dalle preziose bollicine degli Champagne Krug Grande Cuvée, Krug Rosé, Krug 2003 e Krug 2000 che hanno accompagnato un lungo percorso di degustazione, secondo lo chef Dario “un’occasione per regalare ai propri i clienti un’emozione unica”. Dal ricco menù della serata il “Tonnetto e verza all’aceto al profumo di erbette”, “Cappesante su orzotto allo zafferano e pancetta” e “Orata, zucca al forno e mandarino piccante”, sapori accesi e calici di scintillanti bollicine Krug per una serata indimenticabile. 

L’agenda di Olivier Krug è stata davvero fitta negli ultimi due mesi. Come dice Olivier “Sono due le mie stagioni, quella della vendemmia e quella dei viaggi” e pare che proprio la stagione dei viaggi si sia conclusa con un grandioso rientro: Le Grand Tasting di Parigi, la wine-experience organizzata da Bettane+Desseauve.

Il 28 e 29 novembre al Carousel Du Louvre è andata in scena la nona edizione de Le Grand Tasting, il grande festival parigino del vino d’eccellenza, con diverse master class tematiche dedicate a differenti vini tenute da professionisti di livello internazionale. Tra le tante emozionanti degustazioni quella dedicata a Krug e condotta personalmente da Olivier, con gli Champagne Krug Clos du Mesnil 2000, Krug Vintage 2000, Krug Vintage 1998, Krug Grande Cuvée e Krug Grande Cuvée Richesse. E Olivier su Twitter l’aveva annunciato così: “Sono impaziente di incontrare domani il pubblico di appassionati al Le Grand Tasting per un viaggio nell’universo Krug”.