Aprile 2014

THE KRUG LOVERS LETTER

La Maison Krug ha voluto presentare Krug 2003 in Italia con un calendario di eventi indimenticabili.

Una speciale anteprima è stata dedicata alle Krug Ambassade, che hanno potuto scoprire il nuovo Millesimato presso l’Antica Corte Pallavicina a Polesine Parmense, attraverso una degustazione ospitata nella splendida atmosfera delle cantine in cui stagionano i culatelli della famiglia Spigaroli. La degustazione è stata guidata dalla presidente di Krug Margareth Henriquez, che ha raccontato agli ospiti la grande passione che da sempre guida la Maison Krug nella produzione di uno Champagne straordinario. Dopo la degustazione di Champagne di diverse annate (Krug 2003 – 2000 – 1998 - 1996) abbinati a culatelli di diverse stagionature, gli ospiti hanno consumato la cena, con un menù studiato dallo Chef stellato Massimo Spigaroli in perfetto abbinamento a Krug Grande Cuvée e Krug Rosé.

La seconda anteprima è stata ospitata nel Circolo Marras dove gli ospiti sono stati accolti da un calice di Krug Grande Cuvée, degustato sulle note di un sax. La cena è stata servita nell’atmosfera rough luxury dell’atelier di Antonio Marras, tra i bellissimi vestiti realizzati dallo stilista. Lo Chef Enrico Bartolini (due stelle Michelin) ha creato dei piatti straordinari che hanno accompagnato Krug 2003 e Krug 2000. La cena è stata animata dalle posate d’artista Forkeat di Giovanni Scafuro.

Infine, una degustazione verticale è stata condotta da Olivier Krug per circa 80 soci dell’Associazione Italiana Sommelier di Milano, che hanno potuto degustare oltre a due versioni di Krug Grande Cuvée (base 2005 e base 2003), cinque espressioni della Cuvée n° 2, la Cuvée creata secondo le caratteristiche di ogni annata: Krug 2003, 2000, 1998 e 1996. Infine, Krug Collection 1989, per esplorare a fondo la capacità degli Champagne Krug di dominare il tempo.

Una sorpresa da non perdere per tutti i Krug Lovers che acquisteranno un coffret di Krug 2003! Per scoprire di che cosa si tratta, cliccate qui

La presentazione della nuova annata 2003 è stata l’occasione per Olivier Krug per introdurre una nuova modalità di degustazione dello Champagne Krug, a cominciare dal bicchiere e dalla temperatura ideali. Lo Champagne Krug si esprime al meglio in un calice ampio e alla giusta temperatura della bottiglia di 9°C (che diventano 12°C nel bicchiere).

Per apprezzare pienamente la ricchezza di Krug Grande Cuvée, la massima espressione dello Champagne secondo Krug, la sequenza di degustazione comincia con Krug Grande Cuvée a base 2005 (la Cuvée attualmente disponibile sul mercato), per continuare con Krug 2003 e infine terminare con Krug Grande Cuvée a base 2003, confrontando così il Millesimato con due diverse versioni di Krug Grande Cuvée, facilmente distinguibili tra loro grazie a Krug ID.

Grazie a Krug ID, dal 2011 è possibile conoscere la composizione esatta degli assemblaggi che danno vita agli Champagne Krug. Krug ID è lo strumento a disposizione di tutti gli appassionati che desiderano conoscere la storia della propria bottiglia di Champagne Krug.
Sul lato sinistro dell’etichetta posteriore si trova un numero a sei cifre in caratteri bianchi che, inserito nella pagina dedicata a Krug ID sul sito www.krug.com, ci rivela la storia di ogni singola bottiglia. Il primo numero si riferisce al quadrimestre nel quale la bottiglia ha lasciato le cantine Krug e le due cifre seguenti indicano l'anno di sboccatura. Le ultime tre cifre identificano il particolare lotto a cui appartiene quella bottiglia.

Grazie a Krug ID è possibile collezionare Krug Grande Cuvée e conoscerne la composizione e la data di sboccatura, il che permette di poter apprezzare la storia di ogni bottiglia e confrontare tra loro bottiglie diverse in base ad esempio all’annata che dà loro l’impronta. Krug Grande Cuvée è infatti un assemblaggio di oltre 120 vini di dieci o più annate, alcuni lasciati maturare anche 15 anni.